Al via Ecomondo the green technologies expo (Rimini dal 6 al 9 novembre 2018), www.ecomondo.com, La Fiera Internazionale del Recupero di Materiale ed Energia e dello Sviluppo Sostenibile giunge alla 22°edizione.
Un evento dalla portata internazionale che ha lo scopo di unire in un’unica piattaforma tutti i settori della green e circular economy dell’area euro-mediterranea.

Ma cosa è la green & circular economy?
Secondo la Ellen Macarthur Foundation la circular economy è “un termine generico per definire un’economia pensata per potersi rigenerare da sola. Nell’economia circolare hanno molta importanza le energie rinnovabili e la modularità e la versatilità degli oggetti, che possono e devono essere utilizzati in vari contesti per poter durare il più a lungo possibile… È un’economia che non solo protegge l’ambiente e permette di risparmiare sui costi di produzione e di gestione, ma produce anche degli utili”.

Un pilastro fondamentale per la rivoluzione dell’economia circolare è sicuramente rappresentato dal settore edile, settore ad alto impatto ambientale per il consumo dei materiali da costruzione.
L’innovazione in corso, che sta avvenendo proprio grazie all’introduzione di materiali sostenibili e salubri, crea le basi per una gestione efficiente dell’energia e dell’acqua.
Due sono i Panel, in programma il 7 novembre, che generano un interesse particolare per Gruppo Luce:
a) Problemi e potenzialità per l’Economia circolare in edilizia
b) Un sistema collettivo per edilizia e infrastrutture

Anche Gruppo Luce, consapevole dell’opportunità di crescita, pone la sua attenzione sulla green building e sugli scenari che si stanno aprendo nel settore delle costruzioni.
L’edilizia sostenibile non è più da considerarsi un trend passeggero, ma una base solida a cui approcciarsi con un atteggiamento disruptive per poter portare avanti un percorso di innovazione e avanzamento tecnologico” aggiunge Giovanni Luce AD di Gruppo Luce Immobiliare